Il tatto non può sostituire la vista. In ingresso e in uscita ci serve per sistemarci. Che cos’è?

Si sa, amarsi è la ricetta per un giusto equilibrio fisico, mentale e anche sociale! Si, perchè se stiamo bene con noi stessi stiamo bene con il mondo intero!
E allora cosa bisogna fare per raggiungere questo status tanto desiderato quanto ostico? Beh dedicarci del tempo, fare le cose che ci piacciono, che ci fanno rilassare e staccare la mente, che ci fanno perdere la concezione di ciò che ci circonda: è l’essenza della serenità. Indifferente se fatto da soli o in compagnia perchè l’importante è saper valorizzare il proprio tempo grazie alla conoscenza di noi stessi. Noi ci conosciamo come nessun altro, interiormente ed esteriormente.
Ciò che però vedono gli altri è soltanto il riflesso di ciò che vogliamo mostrare, di come vogliamo apparire e di come intendiamo la quotidianità.

Ma il mondo non è soltanto il nostro punto di vista, bensì l’insieme delle osservazioni, dei pensieri e delle azioni di noi tutti. Gli occhi degli altri ci permettono di avere una visione terza, fondamentale per confrontarci su ciò che percepiamo, su ciò che pensiamo e di come appariamo!
E come possiamo apparire se non ci vediamo? Non possiamo sistemarci e “giudicarci” per entrare in scena al massimo della nostra forma!

Ed è proprio qui che interviene il terzo arredo per il completamento della rubrica “Elementi di arredo secondari”: vi presentiamo sua maestà lo specchio!
Nel primo settimanale abbiamo inserito il coat hanger o porta abiti, necessario per mantenere ordine e praticità all’ingresso di casa, unitamente al secondo episodio relativo al porta ombrelli, essenziale per contenere l’acqua piovana di scolo senza allagare metà appartamento e provare le brezza dell’aquaplaning!
La ciliegina sulla torta ce la regala la collezione di specchi PlastArt, una serie che vanta arredi di design di varie nature, con accenti nordici, moderni, pop e liberty, uniti da un unico obiettivo: valorizzarci.
Ebbene si! Perchè all’ingresso che si entra o si esca, il nostro giudice interiore deve giudicare come ci stiamo presentando agli occhi del mondo!
Ogni mese e ogni giorno durante l’anno, con il passare delle stagioni cambiano le nostre esigenze, e con loro il nostro armadio! Dal caldo estivo al freddo inverno il mantra è uno solo, uscire in ordine.

E i nostri specchi, saranno in grano di rendervi belli e raggianti anche nelle giornate più cupe! Dalle colorate e ironiche creazioni di Marco Oggian ci arrivano gli specchi Unuka, Vibor e Red Palm, quest’ultimo ispirato all’omonimo vaso di ceramica. Dal mondo moderno di Mogg si presentano con eleganza l’imperfetto Giotto, il console-mirror Brame, direttamente dal Salone del Mobile 2022 e le collezioni in stile libery della celebre casata “Of Love” di Slide Design.

Un magico assortimento tutto da scoprire, in questi e altri modelli che ancora non conoscete!

…specchio specchio delle mie brame…sei indispensabile ogni giorno nel mio reame…

Condividi

Ultime news

Seguici